Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Pallavolo 03

 

All’ottavo piano di Palazzo Raffaello ieri (31 ottobre), il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, il presidente del Coni Marche, Fabio Luna, ed il presidente regionale della Federazione Pallavolo, Franco Brasili, hanno incontrato i due marchigiani alla ribalta delle pagine sportive degli ultimi giorni: Davide Mazzanti e Fabrizio Pasquali. Reduce dal Giappone, il primo è l’allenatore della nazionale di volley femminile che ha vinto l’argento; arbitro della finale dei Campionati del Mondo Maschili 2018 il secondo che è stato nominato nuovo responsabile arbitri Serie A dall’ultimo Consiglio Federale.

«Orgogliosi di loro − ha affermato Fabio Luna. Le Marche rappresentano l'eccellenza nello sport in tutte le sue forme, non solo per quanto riguarda gli atleti e le società, ma anche allenatore e arbitro, come dimostra la presenza di Mazzanti e Pasquali qui oggi. Questo è possibile grazie ad un lavoro costante e che parte dal basso di tutti gli operatori del mondo dello sport locale. Un grazie veramente sentito al presidente Ceriscioli che non manca occasione per rivolgere la sua attenzione allo sport in tutte le sue sfaccettature».

«La presenza di Mazzanti e Pasquali è il segno di una regione che crede nello sport come fattore di crescita, di sviluppo, importante per la salute. Oggi è un’altra occasione per lanciare messaggi positivi su questa grande opportunità che abbiamo nella vita grazie allo sport e grazie a figure che con il loro impegno e capacità hanno raggiunto i massimi livelli» ha rimarcato Ceriscioli che poi rivolto a Pasquali e Mazzanti ha aggiunto: «Rappresentate la passione per lo sport dell’intera regione. Con il vostro impegno testimoniate i valori sportivi e offrite un bellissimo esempio ai giovani di come i traguardi della vita si possano raggiungere con dedizione e coinvolgimento. Nel vostro impegno quotidiano c’è il senso del gioco di squadra, dell’aggregazione, della solidarietà e correttezza nei confronti della squadra avversaria. Valori che valgono tanto nello sport e che sono tutto nella vita della comunità».

Il volley nelle Marche è al top con 16.300 praticanti di cui 10.153 sono donne, è la prima regione d’Italia a penetrazione sul territorio con un praticante ogni cento abitanti. «Voi ci aiutate a creare un sano rapporto di entusiasmo, di promozione di tutti gli sport. Siete esempio di buon senso, educazione e passione», le parole di Brasili. Per Fabio Luna i due sportivi sono la dimostrazione di quello che lo sport marchigiano sta portando avanti in tutte le componenti. «Due persone che hanno dato lustro alle Marche regalandoci emozioni incredibili».

Davide Mazzanti è il commissario tecnico della nazionale italiana femminile di pallavolo. Il coach è nato a Fano il 15 ottobre 1976. «L’ambiente dove sono cresciuto è stato determinanteha sostenutola mia è stata una formazione fortunata. Devo tanto al luogo dove sono nato e ne sono orgoglioso». Ha iniziato la sua carriera da allenatore nel 2002 con la Pallavolo Corridonia, per passare poi nel 2004 alla Star Falconara. Dalla giovane età ha collezionato tantissime vittorie. Ha vinto uno scudetto con il Volley Bergamo, nella stagione 2010/2011; altro scudetto nella stagione 2015/2016 con il Conegliano e l’ultimo nella stagione 2016/2017 con l’Imoco volley. Ha vinto due Supercoppe, la prima nella stagione 2010/2011 con il Volley Bergamo, e la seconda nella stagione 2016/2017 con l’Imoco volley. È diventato coach della nazionale azzurra nel maggio del 2017. Con lui come coach le ragazze hanno conquistato la finale dei Mondiali 2018. Match disputato sabato 20 ottobre contro la Serbia per affermarsi vicecampioni del mondo con la medaglia d’argento. Tra gli otto milioni di spettatori incollati alla tv per la finale del Mondiale di volley femminile c’era anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che nei giorni scorsi ha incontrato al Quirinale le azzurre accompagnate dal loro coach, incontro che lo ha emozionato tantissimo «ci siamo accorti di aver raggiunto il cuore degli italiani».

"Dalla palestrina di Ascoli al tetto del mondo” per l’arbitro marchigiano Fabrizio Pasquali, fra i migliori a livello internazionale, ha diretto in tutti i continenti le più importanti manifestazioni di volley sia a livello di Nazionali che di club. Classe ’67, di Ascoli Piceno, Pasquali è stato nominato nell’ultimo Consiglio Federale nuovo Responsabile Arbitri Serie A.

«L’arbitro deve brillare nella propria assenza» e «L’arbitro bravo è quello che esalta i veri protagonisti» sono le frasi di riferimento per Pasquali che ha arbitrato la competizione maschile di settembre 2018 che ha visto l’Italia come nazione ospitante insieme alla Bulgaria. Pasquali si è già distinto in passato per aver fatto parte degli arbitri designati per le Olimpiadi di Rio 2016 e per svariate competizioni continentali. È stato uno dei direttori di gara dei match delle Final Six di Lille della Volleyball Nations League Maschile. «La mia regione esprime eccellenze assolute nello sport, ricercate nel mondo» ha affermato con orgoglio.

Pallavolo 01