Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

leggiesportRiprendono i seminari a taglio giuridico proposti dalla Scuola Regionale dello sport in collaborazione con l’ordine degli avvocati.

Sabato 5 marzo, dalle 9.30 presso la sala conferenze Terzo Censi del Palarossini, l’avv. Jacopo Tognon, - docente dell'Università degli studi di Padova e arbitro del Tas, affronta la tematica de “L’arbitrato come metodo di risoluzione delle controversie sportive”.
Uno strumento che in passato era perlopiù limitato alla soluzione delle liti derivanti dal rapporto di lavoro, ma che oggi è ammesso nel dilettantismo, così come in ambito nazionale ed internazionale.
Si pensi all’istituzione del Tribunale Nazionale di arbitrato per lo sport, dell’Alta Corte di giustizia sportiva e al Tribunale Arbitrale dello Sport, con sede a Losanna.
Da un lato il ricorso all’arbitrato offre il vantaggio della tempestività con cui è possibile risolvere le controversie, dall’altro le caratteristiche sono talvolta poco chiare anche per gli stessi operatori.
Ecco perché il seminario organizzato dall’area giuridica della scuola dello sport delle Marche, approfondisce anche le peculiarità dei procedimenti istituiti presso il Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) e presso il Coni (Tribunale Nazionale di Arbitrato dello sport, Alta Corte di Giustizia Sportiva e Tribunale Nazionale Antidoping), nonché le competenze di tali soggetti. Info 0712868084.