Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

La Scuola Regionale dello Sport delle Marche è stata costituita con delibera della Giunta Nazionale CONI a dicembre 2003.

La sua apertura è stata ufficializzata con una presentazione ad aprile 2004 così anche le attività vere e proprie, sono iniziate nei primi mesi del 2004. Comunque già negli anni passati, il Comitato Regionale nell'ambito delle sue competenze, in collaborazione con i Comitati Provinciali, aveva organizzato numerosi seminari di aggiornamento e corsi di formazione a favore delle Federazioni Sportive Regionali e Provinciali e delle Società Sportive, presenti ed operanti nella Regione.
Da qui, si ricorda, è scaturita l'esigenza di costituire una Scuola Regionale di Sport che si ponesse come obiettivo primario, così come per tutte le Scuole dello Sport esistenti sul territorio, quello di migliorare la qualificazione, con attività di supporto mirate all'aggiornamento e alla formazione di allenatori, istruttori di vari ordini e gradi, tecnici, dirigenti, operatori sportivi, che agiscono in un contesto di grande entusiasmo, in una Regione, come le Marche, ricca di talenti sportivi ed in continua evoluzione, quindi con una grande necessità di aggiornamenti.

Inoltre l'intento della Scuola Regionale dello Sport delle Marche è anche quello di, non ci stancheremo mai di ripeterlo, rilanciare e recuperare i rapporti con le Federazioni Sportive Regionali e Provinciali, perché il successo dello sport italiano è dovuto anche alla unitarietà delle sue componenti; chiaramente nel rispetto della autonomia tecnica, organizzativa e di gestione, alle quali però la Scuola potrebbe andare ad offrire un vero e proprio servizio. Da qui scaturisce l’accordo sottoscritto con la Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio per l’organizzazione di corsi per la formazione dei tecnici federali.

Il nostro impegno consiste anche nella ricerca di collaborazioni con Enti Locali ed altre Istituzioni territoriali in modo da arrivare sinergicamente ad un assetto più funzionale, meno dispersivo e più corrispondente alle esigenze tecnico-sportive del territorio.

La Regione Marche, che ringraziamo, ha ufficialmente riconosciuto la nostra struttura, così come il Comune di Ancona – tramite l’Assessorato allo Sport – hanno costantemente appoggiato ogni iniziativa dandoci la propria disponibilità ed anche un contributo economico. Questo è stata una importante conquista e ci auguriamo che con il passare del tempo e con il crescere delle nostre attività possiamo acquisire sempre maggiore credibilità e quindi ritagliarci uno spazio sempre più grande all'interno della gestione di queste Amministrazioni.
Ricordiamo inoltre l'importante accordo di collaborazione con l'Amministrazione Provinciale di Ancona, in forza del quale si aggiorna e amplia costantemente il patrimonio della Biblioteca Provinciale dello Sport (inaugurata nel gennaio 2006) composto da oltre 3.500 testi di libera consultazione, individuabili anche on line. Negli anni la Scuola ha inoltre allacciato e sviluppato un proficuo rapporto con la Facoltà di Scienze Motorie dell’Università degli Studi di Urbino. Di recente acquisizione è la preziosa collaborazione con l’Istituto per il Credito Sportivo che è partner della Scuola dal 2010.
Sotto il profilo organizzativo, la Scuola Regionale dello Sport delle Marche è costituita da un autorevole Consiglio Direttivo ed altrettanto autorevoli Comitato tecnico ed uno Staff di consulenti esperti. Inoltre per lo svolgimento di congressi, incontri di aggiornamento di particolare levatura e risonanza le Amministrazioni comunali delle città più e meno importanti ci hanno sempre offerto la massima disponibilità ed ospitalità.
Le iniziative che organizziamo sono di due livelli: uno regionale o centrale che è curato in tutti i suoi aspetti dagli uffici regionali; l'altro è a livello periferico dove l'iniziativa viene confezionata a livello centrale con l'individuazione degli argomenti e dei docenti che saranno uguali per tutti gli appuntamenti e poi con la collaborazione dei provinciali viene riproposta su tutti i Comitati che si fanno carico di seguire gli aspetti organizzativi e logistici.
Questa scelta è stata fatta per dare una uniformità di attività a tutto il territorio. Tutte le iniziative proposte, su vari argomenti - fiscali, giuridici, tecnico sportivi, medici, gestionali, sono individuati in base ad una ricerca sulle esigenze del territorio.

Relazione attività 1°biennio

Relazione attività 2°biennio

Relazione attività 3°biennio

Relazione attività 4° biennio


I PARTNERS

bann sportdiclasse

Banner 2