Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

IMG 20211012 WA0008Grande successo per l'edizione 2021 di Overtime Festival che si è conclusa domenica scorsa a Macerata. Nato come momento di incontro fra il mondo dello sport e quello della cultura a 360 gradi, il Festival si è aperto mercoledì 6 Ottobre con un incontro presso l'ITE Gentili di Macerata, a cui hanno preso parte anche gli azzurri del rugby, Carlo Canna e Giovanni d’Onofrio. Venerdì scorso invece si è tenuta la tavola rotonda intitolata “La comunicazione a 5 cerchi. Psicologia sociale, storie e racconti da Tokyo 2020”, patrocinato dal CONI Marche attraverso la Scuola Regionale dello Sport. A fare gli onori di casa, Fabio Romagnoli, Delegato Provinciale del CONI Marche, che ha accolto i giornalisti Flavio Vanetti (Corriere della Sera), Stefano Vagliani (Sport Mediaset), Franco Bragagna (RAI Sport) e Gerardo De Vivo (Area), nonché l'ideatore del Festival Overtime, Michele Spagnuolo.
 
Il dibattito, a cui hanno partecipato anche gli studenti di Scienze della Comunicazione dell'Ateneo maceratese, ha ripercorso l’esperienza delle Olimpiadi, dalle numerose medaglie ottenute alle difficoltà riscontrate da alcuni atleti e fino all'’importanza del mental coach per gli atleti.E6C7C6A0 FB0A 40AF B131 8289947BE2E7 1
 
Durante quest’incontro si è parlato delle particolarità di queste Olimpiadi, perché com’è ben noto non sono state come le altre. Non c’era il pubblico, non c’erano persone a fare il tifo agli atleti. Il giornalista sportivo Gerardo De Vivo, a tal proposito, ha spiegato come lui, ma come altri suoi colleghi, fosse partito prevenuto, ma poi stando lì, vedendo gli atleti gareggiare è come se si fosse dimenticato della mancanza del pubblico, della festa. Ha dato peso ad alcuni dettagli a cui prima non dava importanza e questi particolari divennero spunto per i suoi servizi radiofonici.


Al termine dell’incontro Fabio Romagnoli, Delegato per la provincia di Macerata, ha rilasciato un breve commento sul valore che ha l’Overtime Festival per il CONI Marche: “L’Overtime Festival, in particolar modo l’incontro tenuto la mattina di Venerdì 8 Ottobre, fa conoscere lo sport anche da altri punti di vista. Solitamente, i giovani vivono lo sport per la parte agonistica, in questo caso anche attraverso la testimonianza di giornalisti sportivi che hanno riportato alcune loro esperienze, rendendo lo sport ancora più affascinante”.

 

2C568F26 3945 4E18 A791 1A1F03887720 1