Ultim'ora

Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

E’ importante nei numeri ed entusiasta nello spirito l’adesione dei Comuni marchigiani all’ottava edizione della Giornata Nazionale dello sport che domenica si celebra in tutta Italia coniugando lo slogan “Lo sport unisce”.
Veicolo di aggregazione, socializzazione e crescita armoniosa sia sotto il profilo motorio che nell’educazione al rispetto degli altri e delle regole, lo sport abbina la qualità dei suoi valori alla quantità dei praticanti.
In base ai dati ufficiali divulgati recentissimamente dalla ricerca svolta da Coni e Istat, le Marche hanno raggiunto risultati d’avanguardia assoluta: “La nostra regione si colloca al vertice della graduatoria per quanto riguarda il rapporto tra tesserati e popolazione residente.
Infatti, se si escludono Trentino e Valle d’Aosta che per le loro peculiarità geografiche fanno storia a sé – spiega il presidente del Coni Marche Fabio Sturani – nei nostri confini risultano tesserati 11.190 atleti su 100mila abitanti esprimendo un rapporto di 1 a 8. Un dato in sensibile aumento negli ultimi anni grazie al lavoro prezioso e volontario svolto delle migliaia di tecnici e dirigenti che costituiscono il patrimonio vero dello sport marchigiano a cui va il nostro ringraziamento”. Ulteriori segnali positivi vengono dalla riduzione dei sedentari, cioè di coloro che non praticano alcuna attività motoria anche saltuaria.
Per la prima volta negli ultimi dieci anni il numero degli inattivi è del 38,3%, con una flessione del 2,3% a significare che ci sono stati oltre 1 milione e 200mila di sedentari in meno nel 2010.
D’altro lato, aumentano coloro che praticano lo sport in maniera continuativa ( 22,8%) e sono stabili i numeri relativi a coloro che fanno saltuariamente attività motoria (10,2%).
E’ sensibile anche l’incremento nella fascia di età tra i 6 e i 10 anni. Su questo punto, il Coni è pienamente parte in causa, dato che la sincronizzazione degli interventi, la concentrazione delle risorse e l’accordo con il Miur, gli Enti locali e gli Istituti Comprensivi ha consentito di entrare in quasi tutte le scuole primarie della regione con la proposta di alfabetizzazione motoria: “E’ un grande segnale di attenzione e di promozione dello sport che consente di recuperare un ritardo culturale e didattico del mondo della scuola”.
E’ questa la migliore premessa alla Giornata Nazionale dello Sport di domenica, che da mattina a sera coinvolgerà con manifestazioni ed iniziative di vario genere, le seguenti piazze grazie al contributo attivo di federazioni, società, Amministrazioni Comunali.

Ascoli – Fermo:
Spinetoli, Offida, Colli Del Tronto, Fermo, Magliano di Tenna, Francavilla D’Ete, San Benedetto del Tronto, Ascoli Piceno, Acquasanta Terme, S.Elpidio a Mare.

Ancona:Agugliano, Ancona, Arcevia, Barbara, Belvedere Ostrense, Cerreto d'Esi, Chiaravalle, Fabriano, Falconara Marittima, Filottrano, Genga, Jesi, Monte Roberto, Monte San Vito, Numana, Offagna, Osimo, Ostra, Ostra Vetere, Polverigi, Ripe, Santa Maria Nuova, Sassoferrato, Senigallia, Serra de Conti e Sirolo.

Macerata: Impegnata altresì nell’organizzazione delle mini-Olimpiadi che si svolgeranno a fine mese, propone comunque attività a Macerata, San Severino, Portorecanati, Civitanova, Sarnano e San Ginesio.

Pesaro:Aderiscono in particolare Pesaro, Fermignano, Pergola e le società Asd formiche rugby Pesaro, Asd mustang rugby Pesaro e Asd Club scherma Fano.

Banner 2